iSmartAlarm, un allarme economico e tecnologico

I dispositivi tecnologici hanno letteralmente invaso la nostra quotidianità. Tra questi non poteva mancare un prodotto in grado rendere la tua abitazione “smart” e sicura. iSmartAlarm è un modo sicuro ed efficace per poter espandere il proprio sistema d’allarme e tenere alla larga i ladri. Non richiede un intervento tecnico per la sua installazione e il suo funzionamento è totalmente intuitivo è facile da gestire con l’uso di uno smartphone. Scopriamo insieme le sue caratteristiche tecniche e soprattutto le sue funzioni.

Come si presenta iSmartAlarm?

Tra i numerosi prodotti presenti sul mercato iSmartAlarm è sicuramente il più facile da installare. Può essere acquistato anche online, sfruttando per esempio una piattaforma come Amazon, e nel giro di pochi giorni riceverai il tuo kit, pronto per l’installazione. Al momento della consegna troverai un telecomando per attivarlo, un sensore ambientale per le porte e le finestre di casa, ma anche per coprire un’intera zona della tua dimora. Infine sono presenti una centralina e le batterie. Se lo ritieni opportuno dovrai acquistare a parte le telecamere per il controllo video.

iSmart Alarm Starter Pack
iSmart Alarm Starter Pack

Le batterie sono fondamentali per utilizzare i sensori ambientali (ne servono 3 di tipo AA), mentre la centralina dovrà essere collegata alla presa elettrica. Scaricando l’applicazione ufficiale per iOS o Android riuscirai a impostare e configurare il sistema di sicurezza con il tuo smarphone. Sarà richiesto un account e la sincronizzazione con il Cube One e la propria rete WiFi. L’app è progettata per trovare immediatamente i sensori che devono essere installati in un raggio d’azione di pochi metri.

Funzioni e utilizzo dell’allarme “smart”

E’ possibile personalizzare l’opzione Attiva Allarme, ma è fondamentale lasciare tutti i sensori attivi nel momento in cui non ci si trovi in casa. Inoltre è consigliabile impostare un Timer entro il quale il sistema entra in azione. E’ utile per avere il tempo materiale necessario per lasciare la casa (che siano 30 secondi fino a un massimo di 5 minuti). Il discorso vale anche in fase di rientro: con un apposito programma da personalizzare, si innesca l’allarme e da quel momento avrai dai 10 ai 3 minuti di tempo per disattivare il tuo antifurto prima che inizi a suonare. L’allarme non provoca rumori esterni, ma è la sirena della centralina a segnalare l’intrusione. Si può in alternativa acquistare a parte una sirena da esterno che potrà così espandere le sue funzionalità e segnalare l’intrusione su ampia scala.

Notifiche, vantaggi e svantaggi

iSmartAlarm ha come scopo primario quello di informare i membri di una famiglia in merito all’attivazione dei sensori. Si riceveranno delle notifiche sul cellulare per sapere sempre se un sensore ha fatto scattare l’allarme. Si avrà sempre massima informazione in merito a eventuali problemi che si potrebbero verificare in casa. Abbiamo notato che l’app per iOS ha maggiore resa rispetto a quella per Android che risulta meno precisa e più lenta. Tale problematica avviene perché gli smartphone Android tendono a bloccare i processi in background. Ma con l’app aperta si ricevono regolarmente le notifiche live. Questo ovviamente è uno svantaggio non da poco conto, visto che la rapidità stessa delle info sarà compromessa.

Tra i suoi vantaggi riconosciamo la facilità di installazione e il suo costo: con poco meno di 130€ (invece di 199€) infatti potrai assicurarti un dispositivo funzionale e pratico. Inoltre le batterie hanno una buona durata e permettono così ai sensori di durare nel tempo senza doversi preoccupare con breve frequenza di doverle sostituire.

In conclusione possiamo dire che iSmartAlam è utile per gestire la sicurezza della propria casa da remoto. Non è sicuramente un dispositivo infallibile, ma è anche vero che nessun allarme può risultare impeccabile, a meno che non si utilizzi un sistema costoso e sofisticato.